Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Albenga, dosi mal conseervate proteste per ritardo nei vaccini

Albenga, dosi mal conseervate proteste per ritardo nei vaccini

 

Un lotto di vaccini conservato in maniera non adeguata ha bloccato stamani decine di somministrazioni di Astrazeneca programmate presso l’hub vaccinale dell’auditorium San Carlo di Albenga. Al contrattempo l’Asl ha cercato immediatamente di rimediare inviando una nuova partita da Savona ma i disagi sono durati tutta la mattina per circa 90 persone.

Tra di loro, lavoratori del mondo della scuola rappresentanti delle forze dell’ordine e volontari della protezione civile. Tiziana Girante, dipendente della segreteria scolastica ingauna, spiega: “Quello che è accaduto è molto grave. Ci avevano detto che le nuove dosi sarebbero arrivate da Savona entro un’ora, ma è già passata più di un’ora e mezza e ancora non si sono viste. Qui ci sono persone che hanno preso permessi e giorni di ferie perché credono fortemente nell’importanza di vaccinarsi. Speriamo tutti di poterlo fare, ma al momento siamo senza tutela. Ma quel che è certo è che il ‘sistema Italia’ non funziona molto bene se vengono recapitati vaccini conservati in modo non adeguato”.
Situazione analoga anche presso la tensostruttura di Campolau: anche qui le vaccinazioni sono rimaste bloccate tutta la mattina in attesa dell’arrivo delle nuove dosi. Stefano Cocco, responsabile dell’hub vaccinale, precisa: “Siamo in ritardo con l’inizio delle vaccinazioni in quanto ci sono stati problemi durante il trasporto. Le dosi arrivate non possono essere utilizzate. Attendiamo l’arrivo dei nuovi flaconi. Il tempo che arrivino da Savona e inizieremo la somministrazione”.
La situazione si è risolta intorno alle 13:00.