Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Accordo tra Ministero dell’Istruzione e Arma dei Carabinieri per instillare nei giovani la cultura della legalità

Accordo tra Ministero dell’Istruzione e Arma dei Carabinieri per instillare nei giovani la cultura della legalità

Lo rende noto la stessa Arma dei Carabinieri attraverso i propri canali social

 

 

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, e il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri, hanno siglato un Protocollo d’intesa, per instillare nei giovani la cultura della legalità, oltre che la conoscenza e il rispetto delle regole. Lo rende noto la stessa Arma dei Carabinieri attraverso i propri canali social. L’importante protocollo, il primo sottoscritto tra le due Amministrazioni, è stato siglato alla presenza di 35 studenti del Liceo Scientifico Manfredi Azzarita di Roma.

L’accordo è stato incoraggiato per educare gli studenti all’esercizio della democrazia, nei limiti e nel rispetto dei diritti inviolabili, dei doveri inderogabili e delle regole comuni condivise, quali membri della società civile, promuovendo al tempo stesso negli alunni la consapevolezza dei valori fondanti e dei princìpi ispiratori della Costituzione italiana per l’esercizio di una cittadinanza attiva a tutti i livelli del sistema sociale. In particolare saranno toccati i temi dell’educazione alla legalità ambientale, del bullismo e cyberbullismo, degli “interessi diffusi” della collettività,  della sicurezza stradale, delle sostanze stupefacenti, della violenza di genere, dei diritti umani e delle funzioni di polizia, della cooperazione internazionale, della tutela del patrimonio culturale, oltre ad altri argomenti riguardanti la legalità.

Nel concreto l’Arma dei Carabinieri attuerà conferenze sulla legalità, concorsi letterari e artistici, produzione di cortometraggi su tematiche attinenti alla legalità, oltre che visite ai Comandi territoriali o ai Reparti Specializzati dell’Arma e giornate didattico-culturali presso le riserve naturali del comparto forestale. Tutte le attività saranno sovrintese da un Comitato Tecnico-Scientifico paritetico, coordinato dal Direttore Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del MIUR, che ne approverà il piano annuale.