Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Accerchiata una volante della Polizia a Tor Bella Monaca: residenti volevano impedire l’arresto di spacciatori

Accerchiata una volante della Polizia a Tor Bella Monaca: residenti volevano impedire l’arresto di spacciatori

image_pdfimage_print

Sequestrati 1 kg e 300 grammi di droga, una pistola Smith & Wesson calibro 38 special. 4 le persone arrestate

 

 

Tutto è iniziato con un inseguimento per le vie del quartiere Tor Bella Monaca di Roma. Gli agenti hanno bloccato e arrestato, in via dell’Archeologia, F.N, di 24 anni ed un 17enne, con l’accusa di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. L’operazione è stata complicata dai residenti della periferia romana, che si sono radunati intorno alle volanti per impedire l’arresto dei due. Gli agenti, seppur per pochi istanti, hanno dovuto estrarre l’arma di ordinanza per cercare di riportare la calma. 

Come se non bastasse, le operazioni sono proseguite con una perquisizione domiciliare a casa di L.G, una 54enne originaria di Nuoro. La donna era la proprietaria della macchina guidata dal 24enne romeno. Prima di salire nell’abitazione della donna, l’attenzione di Condor, il cane antidroga della pattuglia dei cinofili, era stata attratta da un furgone parcheggiato nei pressi della casa. Nel corso della perquisizione domiciliare, è stato rinvenuto, in possesso della figlia della predetta, F.E., romana di 29 anni, un mazzo di chiavi. Tra queste, è stata trovata quella che apriva il furgone menzionato, all’interno del quale sono stati rinvenuti 650 grammi di marijuana ed un revolver marca Smith & Wesson calibro 38 special, provento di un furto. Pertanto, le due donne sono state tratte in arresto per spaccio in concorso, mentre la 29enne è stata denunciata anche per la ricettazione dell’arma.