Sei in: Home > Articoli > Cronaca > 85enne chiede di tornare in carcere, muore la notte prima

85enne chiede di tornare in carcere, muore la notte prima

Un uomo di 85 anni agli arresti domiciliari aveva chiesto di tornare in cella. Quando i Carabinieri sono andati a prenderlo, l’hanno trovato già morto.

Viveva agli arresti domiciliari all’interno di una comunità di recupero, ma non stava bene. Così un uomo di 85 anni aveva chiesto di poter ritornare in prigione, e il Tribunale di Genova gli aveva accordato il permesso. Quando i Carabinieri si sono recati nella comunità di recupero per comunicargli che la sua richiesta era stata approvata, lo hanno trovato steso sul letto senza vita.  Successo a Bargagli, nell’entroterra di Genova.

L’uomo era stato arrestato otto mesi fa per una serie di reati accumulati, alcuni contro il patrimonio e altri erano episodi di maltrattamenti in famiglia. Dopo alcune settimane trascorse al carcere di Marassi, considerata l’età del prigioniero, l’uomo era stato trasferito agli arresti domiciliari nella comunità di recupero. Tuttavia l’uomo non si trovava bene nella struttura, e aveva presentato un’istanza per richiedere di essere ritrasferito nuovamente in cella. L’uomo è morto prima di sapere il provvedimento era già stato avviato, poiché il tribunale di Genova ha giudicato che “la volontà di tornare in carcere lo rende pericoloso e incompatibile con il regime dei domiciliari”.