Sei in: Home > Archivio > Donne e scrittura: la biografia di Flavia Steno alla Berio

Donne e scrittura: la biografia di Flavia Steno alla Berio

Amelia Cottini Osta, nata a Lugano il 26 giugno 1877, entrò nella redazione del “Secolo XIX“ nel 1868. Nel corso della prima guerra mondiale, fu inviata come corrispondente di guerra in Germania; gli articoli scritti in quel periodo entrarono a fa

Amelia Cottini Osta, nata a Lugano il 26 giugno 1877, entrò nella redazione del “Secolo XIX“ nel 1868. Nel corso della prima guerra mondiale, fu inviata come corrispondente di guerra in Germania; gli articoli scritti in quel periodo entrarono a far parte della raccolta “Il germanesimo senza maschera“ pubblicato nel 1917. Ma è cpme scrittrice, sotto lo pseudonimo di Flavia Steno, che raggiungerà la fama, pubblicando, per i tipi di Treves, una serie di romanzi d´appendice (“L´ultimo sogno“ e “Il pallone fantasma“ videro ala luce nel 1911) che riscossero all´epoca un invidiabile successo.
Alla figura della giornalista è dedicato il libro di Antonella pecchiotti “Flavia Steno.Una giornalista, una donna (1875 – 1946)“ che ripercorre le tappe più significative della sua vita, cui fanno da sfondo le lotte per l´emancipazione femmile e la rivolta del 1925.
La poresentazione del libro si terrà oggi, presso la Sala Chierici della biblioteca Berio, presente la relatrice Ombretta Freschi.