ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 25 Maggio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Ahmadreza Djalali prosegue con lo sciopero della fame e della sete

Ahmadreza Djalali, medico iraniano di 45 anni, detenuto in una cella di un carcere di Teheran, con l'accusa di essere una spia, ha inziato da venerdì lo sciopero della sede, e di ripredere quello della fame. 
Quella di riprendere lo sciopero della fame e di inziare quello della sete è stata una decisione presa dopo che il medico si era visto ricusare nuovamente il proprio avvocato e non ha ottenuto la fissazione di una data certa per il processo.
Quanto riportato è stato appreso a Novara, dove Djalali, esperto in medicina dei disastri, ha vissuto e lavorato.
“Siamo molto preoccupati per lui – afferma il professor Francesco Della Corte, direttore del Crimedim di Novara per cui il medico iraniano lavorava -, lo sciopero della sete ha conseguenze molto pensanti sul fisico”. “La situazione è angosciate, è in pericolo di vita”, aggiunge il collega e amico Luca Ragazzoni.
Sulla scia di tali dichiarazioni prosegue la mobilitazione internazionale per la sua liberazione. 

Esecuzioni Immobiliari

Visualizza tutte le vendite giudiziarie pubblicate su ogginotizie.it di:

Servizio Bancomat Internazionale

Assistenza Tecnica Installazione ATM

A Sostegno del Paese

Le Tre Storie Capitali

a cura di

Sondaggi

Opinioni

Dai un voto

Dai un'opinione

Effettua una ricerca

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Meteo

Oroscopo

Mercati Finanziari

Offerto da Investing.com

Sosteniamo...

L'angolo delle rimembranze...