ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 29 Maggio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Prof. Karaboue a #RadioCusanoCampus, Immigrazione : “Basta egoismo, se salta Schengen salta l'idea di Europa”

Pubblichiamo di seguitola dichiarazione del Prof. Michele Ahmed Karaboue, docente di diritto dell’immigrazione all’Università Niccolò Cusano, che è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, emittente dell’Università Niccolò Campus in merito all’emergenza immigrazione e l’eventuale sospensione degli accordi di Schengen.
La questione è molto delicata Penso che mettere in discussione Schengen voglia dire mettere in discussione l’intera unità dell’Europa. Se si accetta questo tipo di dibattito, potremmo dire che saremo solo un’unione monetaria e tutti i discorsi sull’identità europea verrebbero a cadere. Non si possono mettere in discussione certi principi solo per l’egoismo di qualche paese che non vuole assumersi la responsabilità nei confronti degli altri Stati membri. Quando Germania e Francia si trovano in difficoltà, sono i primi a chiedere la solidarietà europea. Invece a Ventimiglia, anziché comprendere il grande sacrificio fatto dall’Italia, la Francia non ha avuto la stessa sensibilità che invoca quando viene attaccata. Cercano solidarietà quando sono attaccati e non danno solidarietà a paesi come Italia, Malta e Grecia stanno vivendo un’emergenza quotidiana. Non possiamo non ricordare le vite che stiamo salvando quotidianamente, il forte contributo che stiamo dando a livello umano, sociale, economico e politico. Non abbiamo avuto attentati qui in Italia perché l’intelligence funziona e abbiamo una politica non repressiva, che non si pone in maniera antagonista nei confronti dei profughi e dei rifugiati. Quando l’Italia parla di immigrazione sa di cosa parla perché la vive quotidianamente. Le proposte dell’Italia sono attendibili e fatte sulla base dalla conoscenza. In maniera antagonista ed egoista Germania e Francia stanno facendo ostruzionismo nei confronti dei paesi che stanno agendo con solidarietà. Si può salvare Schengen e allo stesso tempo fare i controlli. Dobbiamo pensare alla sicurezza della nostra unione, non è che dobbiamo aprire le frontiere a tutti. Il problema è che i confini non devono essere quelli territoriali delle singole nazioni. I confini sono quelli dell’intero continente e vanno controllati. Quando i migranti arrivano qui devono essere ridistribuiti all’interno dei vari paesi membri”.

Esecuzioni Immobiliari

Visualizza tutte le vendite giudiziarie pubblicate su ogginotizie.it di:

Servizio Bancomat Internazionale

Assistenza Tecnica Installazione ATM

A Sostegno del Paese

Le Tre Storie Capitali

a cura di

Sondaggi

Opinioni

Dai un voto

Dai un'opinione

Effettua una ricerca

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Meteo

Oroscopo

Mercati Finanziari

Offerto da Investing.com

Sosteniamo...

L'angolo delle rimembranze...