Sei in: Home > Archivio > Baby prostituta a Genova, spuntano i nomi dei clienti

Baby prostituta a Genova, spuntano i nomi dei clienti

Genova – Potrebbe arrivare già nelle prossime ore la svolta nelle indagini sulla ragazzina di 16 anni che vendeva il proprio corpo a facoltosi clienti in cambio di denaro.
Il fascicolo d'indagine è ancora “a carico di ignoti” ma fonti vicine agli inquirenti parlano insistentemente di almeno tre nominativi che sarebbero già emersi dalle indagini.
Si tratterebbe di persone che avrebbero consumato rapporti sessuali con la minorenne in cambio di cifre che oscillavano dai 200 ai 500 euro.
Il numero dei clienti potrebbe però aumentare con l'esame del telefono cellulare della ragazzina e con la verifica della sua corrispondenza via email.
Le persone che saranno indagate rischiano una pesante condanna e difficilmente potranno sostenere di non aver saputo l'età della vittima che è poco più di una bambina.
Incontri che, secondo la ragazzina, sarebbero avvenuti in auto o presso l'abitazione dei clienti ma che invece, secondo un testimone, sarebbero avvenuti anche in un noto albergo di Genova.
La ragazzina aveva confidato ad un'amica di vendere il proprio corpo a uomini tra i 30 e i 40 anni per raccimolare il denaro che la madre, in difficoltà economiche, non poteva garantirgli. L'amichetta aveva rivelato la vicenda ad una insegnante ed erano scattate le indagini.