Streaming
Sei in: Home > Archivio > Centrale di Vado, Briano: “Terzo gruppo non previsto dall'Aia”

Centrale di Vado, Briano: “Terzo gruppo non previsto dall'Aia”

Savona – “Il Ministero del’ambiente ha confermato la nostra interpretazione su il crono programma di lavori previsti per l’abbattimento dell’inquinamento della centrale termoelettrica di Vado Ligure, ribadendo che il rifacimento del terzo gruppo a carbone dovrà essere soggetto ad un’eventuale nuova autorizzazione integrata ambientale e non è previsto dall’attuale AIA”.
Lo dice l’assessore all’ambiente della Regione Liguria Renata Briano commentando le conclusioni a cui è giunto il Ministero dell’ambiente circa l’interpretazione dell’AIA rilasciata dallo stesso Ministero il 14 dicembre scorso sui lavori previsti all’interno della centrale. Le delucidazioni che oggi il Ministero ha reso note erano state richieste dalla Regione Liguria, a seguito del ricorso presentato dai Comuni di Quiliano e Vado Ligure contro l’AIA, preoccupati per la realizzazione di un terzo gruppo a carbone, in affiancamento ai due già esistenti.
“La Regione – spiega Briano – ha chiesto al Ministero un’interpretazione autentica a conferma di quanto noi sapevamo. Il dubbio dei Comuni era che il rifacimento del terzo gruppo fosse contemplato dall’autorizzazione ministeriale e invece non è così”.