Sei in: Home > Archivio > Soccorso barcone di 200 immigrati con donne incinte

Soccorso barcone di 200 immigrati con donne incinte

Hanno lanciato un disperato SOS con un telefono satellitare dal barcone sul quale si trovavano a largo delle coste libiche: “Veniteci a prendere, stiamo per affondare”. E, per fortuna, la loro richiesta d'aiuto è stata raccolta prontamente da Don Mosé Zerai, responsabile dell'agenzia Habeshia.
Quasi 200 profughi nordafricani, tra cui numerose donne incinte, sono stati così soccorsi dalla Guardia Costiera
Ed è stato proprio il portafoce della Guardia Costiera Filippo Marini a spiegare: “La Guardia Costiera ha tratto in salvo nella notte oltre 200 immigrati di origine subsahariana, tra cui molte donne e minori. Ci erano stati segnalati due gommoni in difficoltà, uno a 30 miglia dalle coste libiche e uno a 60 miglia”.