Sei in: Home > Archivio > Salute – Tagli alla spesa e nelle scuole tornano i pidocchi

Salute – Tagli alla spesa e nelle scuole tornano i pidocchi

Milano – Scuole a rischio pulci e pidocchi con i tagli alla spesa pubblica. Non è confortante il quadro che emerge dallo studio condotto dal dermatologo milanese Fabio Rinaldi, presidente IHRF (International Hair Research Foundation) e docente presso la Sorbona di Parigi. Secondo il medico, infatti, il rientro a scuola dopo le vacanze rischia di riservare alcune spiacevoli sorprese per i bambini ed i loro genitori.
Il medico punta il dito contro i tagli alla spesa pubblica che non potranno che avere effetti anche sulle condizioni igieniche delle aule.
Meno soldi e meno bidelli significa anche meno pulizia. L'ambiente ideale per il proliferare di batteri ma anche pulci, zecche e pidocchi che non a caso hanno un'impennata dei casi proprio nei primi giorni di scuola.
Secondo i medici occorre fare prevenzione aumentando la cura e l'igiene del bambino ma anche controllando di più l'eventuale presenza di uova tra i capelli o vere e proprie infestazioni.
In quel caso occorre avvertire il medico curante e farsi prescrivere le cure adeguate che nella maggioranza dei casi risolvono il problema in breve tempo e senza particolari problemi.
Se poi lo Stato evitasse di risparmiare sulle fasce più deboli e importanti della popolazione sarebbe certamente meglio.
Con i tagli previsti, secondo il dermatologo milanese, i casi di infestazioni potrebbero aumentare addirittura del 30%.