Sei in: Home > Archivio > Cadavere nei boschi di Bardonecchia, morto per caduta

Cadavere nei boschi di Bardonecchia, morto per caduta

image_pdfimage_print

Torino – L'uomo trovato morto il 20 agosto scorso nei boschi di Bardonecchia, vicino al confine con la Francia, sarebbe deceduto per le conseguenze di una caduta. E' quanto emerso dall'autopsia disposta dalla Procura di Torino sul cadavere, età apparente tra i 40 e i 50 anni, che era stato trovato ridotto quasi alle sole ossa.
Il corpo era stato scoperto da un cacciatore e presentava fratture a una tibia, alle dita delle mani e allo sterno. Le condizioni lasciano quindi supporre che la morte sia avvenuta oltre un anno fa: l'uomo potrebbe essere rimasto sepolto nella neve per l'intero inverno scorso.

Al momento, tra le varie ipotesi al vaglio degli investigatori, c'è quella che il cadavere appartenga a un clandestino che ha cercato di oltrepassare il confine attraverso le montagne dell'alta valle di Susa per sfuggire ai controlli. Alla Polizia infatti non era arrivata segnalazione di residenti o villeggianti scomparsi nella zona.