Sei in: Home > Archivio > Lampedusa e Linosa a rischio isolamento. Sindaco furibondo

Lampedusa e Linosa a rischio isolamento. Sindaco furibondo

Lampedusa rischia di subire danni seri per il blocco di una nave di collegamento per Porto Empedocle e il sindaco diffida la Compagnia a fornire subito un servizio adeguato.
''La Compagnia delle Isole noleggi subito una motonave efficiente per risolvere l'emergenza e limitare i danni. Chi e' responsabile paghi. I costi non devono ricadere sui turisti e sull'economia locale delle Pelagie''. Lo afferma il sindaco di Lampedusa e Linosa Giusi Nicolini in merito alla situazione dei trasporti tra le Pelagie e Porto Empedocle dopo che la nave Palladio la settimana scorsa ha subito un'avaria.
La nave e' stata sostituita dalla Paolo Veronese, di dimensioni piu' piccole, che viaggia con orari diversi e non effettua lo scalo di Linosa, che e' raggiunta solamente dall'aliscafo.
Ieri sera la corsa e' stata annullata, cosi' da oggi entrambe le isole sono irraggiungibili dal mare.
“E' inaccettabile – dice Nicolini – che questo disagio si prolunghi oltre. E soprattutto non si puo' pensare che, passata l'emergenza, tutto torni come se non fosse successo niente. La pazienza dei turisti, dei cittadini e degli imprenditori delle Pelagie e' messa a dura prova. La Compagnia delle Isole, che qualche settimana fa ha sostituito la Siremar ma ne ha conservato le vecchie navi non puo' continuare a gestire un servizio fondamentale come quello dei collegamenti tra le isole minori e la Sicilia senza disporre di una flotta quantomeno efficiente. Chiedo che, alla vigilia di ferragosto e con i supermercati che stanno finendo le scorte alimentari, si provveda subito a noleggiare una motonave adeguata per tamponare l'emergenza e ripristinare il collegamento con Linosa”.