ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 2 Ottobre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Sparatoria dell'Orciolaia: legami con il traffico di droga?

Arezzo – Prorogati di 90 giorni i termini di custodia cautelare per i condannati in primo grado per la sparatoria dell'Orciolaia del 29 marzo 2009 in cui vi furono un morto e un ferito. Dovevano scadere il 18 agosto, infatti, ma la corte d'assise d'appello a Firenze ha deciso di aggiornare il processo al 1 ottobre. I giudici hanno richiamato al banco tutti i testimoni e i periti. La corte si dovrà pronunciare entro il 18 novembre, altrimenti gli imputati (albanesi appartenenti alla banda Kodra) saranno liberi.  Intanto è emersa una nuova pista relativa alle indagini: pare ci sia un collegamento tra la sparatoria avvenuta in via Torricelli e l'inchiesta condotta in Valdarno dalla Dda e dai carabinieri sul traffico di droga gestita da albanesi (cocaina importata dal Sudamerica). Uno dei capi di quest'organizzazione, infatti, sarebbe Alban Boci, assolto in primo grado per l'Orciolaia. Secondo le prime interpretazioni a difendere la casa-bersaglio dei Kodra quel 29 marzo ci sarebbe stato un boss albanese, ora ricercato per l'inchiesta della Dda, che svanì quando capì quello che stava per succedere. Per ora gli inquirenti sono prudenti nel divulgare le notizie. Appuntamento al 1 ottobre per il processo. Le condanne della corte d'assise vanno da 18 a 22 anni, mentre il Pm aveva chiesto numerosi ergastoli che i giudici non hanno concesso.