ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 5 Ottobre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Sicilia – Vertenza su vitalizio di ex dirigente regionale

Il protagonista della vicenda è Felice Crosta, ex direttore dell'Agenzia per i Rifiuti durante un breve periodo sotto la presidenza regionale Cuffaro. La pensione si può, a ragion veduta, definire “d'oro” in quanto si tratta di un riconoscimento pari a 1.400 euro circa… al giorno…
In base ad una legge regionale che la Giunta ha approvato pochissimo tempo prima della nomina di Crosta all'Agenzia dei rifiuti nel 2006, lo stesso dirigente si era dimesso dopo un breve periodo, nel quale comunque aveva stabilito un contratto per uno stipendio di 460mila euro all'anno, con una sapiente convergenza di tempi che gli ha assicurato il riconoscimento del vitalizio, dal 2010. A conti fatti, Crosta ha percepito esattamente 1.369 euro al giorno.
Se non che, passato il periodo della presidente Cuffato, la nuova amministrazione Lombardo si interessa al caso, denunciandolo alla Corte dei Conti, la quale, in primo grado aveva deciso il dimezzamento della cifra, con l'obblico di restituzione di 1,5 milioni di euro all'ente regionale.
Attaccandosi ad un cavillo giuridico (la composizione dei membri del collegio giudicante) Crosta ha fatto ricorso alla Cassazione, impugando la sentenza. Un elemento che gli addetti ai lavori giudicano valisdo e che potrebbe convincere la Corte Suprema a sentenziare il mantenimento della pensione d'oro e anullare la restituzione.