ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 26 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Milano – Sagrestani in rivolta: “Troppi di noi lavorano in nero”

Milano – In tempo di scioperi, ha deciso di ribellarsi anche una categoria insospettabile: quella dei sagrestani. E la lamentela espressa è quella che accomuna molti giovani e immigrati: il lavoro nero.
In Italia esistono circa 25.800 parrocchie e quasi ognuna ha un sagrestano. Ma soltanto 850 di loro sono in regola, come spiega a Repubblica Maurizio Bozzolan, presidente nazionale del sindacato Fiudacs (Federazione italiana unioni diocesane addetti al culto sacristi).
L'associazione vanta già oltre 40 anni di attività, ma ad oggi sono ben pochi i sacristi regolarizzati, che percepiscono circa 1.260 euro al mese. Un lavoro di tutto rispetto dunque, svolto perlopiù da pensionati e che permette loro di avere un contratto regolare, con tanto di quattordicesima, ferie e congedo per “esercizi spirituali”,
Fiudacs però si stupisce del numero esiguo di sacristi, spaventosamente basso se confrontato con il numero delle chiese italiane. Nella sola Milano sono soltanto 85 quelli regolari: un numero troppo basso per le 1.104 parrocchie milanesi.