ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 26 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Amt – Della Bianca: “Qual'è la situazione patrimoniale dell'azienda? Vesco non risponde”

Liguria – “Dopo la seduta consiliare di oggi, sul futuro di Amt non sono arrivate rassicurazioni. L’assessore Vesco ha parlato di mancanza di trasferimenti dallo Stato e di mille altre cose, ma alla fine non ha risposto alla mia domanda precisa, con la quale intendevo sapere quale fosse allo stato attuale la situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda”. Sono chiare e precise le accuse di Raffaella Della Bianca, Consigliere Regionale del Gruppo Misto che questa mattina è intervenuta in Consiglio sulla grave situazione in cui versa il trasporto pubblico locale a Genova, che resta difficile in particolare per quanto riguarda Amt.

“Bisogna rafforzare il capitale sociale – ha ribadito Della Bianca – Il rischio che l’azienda vada verso il fallimento è sempre più reale e tangibile, e se ciò accadesse, verrebbe messa a repentaglio la stabilità sociale non solo dei 2500 lavoratori ma anche dei 120 mila genovesi trasportati. E’ vero che ci sono minori trasferimenti rispetto al trasporto pubblico dal Governo, ma Amt era già in crisi tanti anni fa. Non dobbiamo dimenticarci che in passato sono state vendute rimesse, poi sono entrati i francesi con 23 milioni di euro che dovranno essere restituiti. Ricordiamoci che c’è una fideiussione bancaria tra la Carige e il Comune. Mi chiedo: dove troverà Tursi i soldi se Amt li ha già spesi? ”.

Domande alle quali il Consigliere vorrebbe ottenere risposte che però continuano a non arrivare. “A pesare su questa tragica condizione in cui versa Amt – continua Della Bianca – si sommano anche i costi di gestione intollerabili. Come si può, davanti a conti perennemente in rosso mandare a riparare gli autobus fuori regione, nello specifico a Brescia? No, a tutto questo deve essere posto un limite, altrimenti Amt resterà solo un ricordo. Se non c’è un aumento di capitale sociale l’azienda non si salva – conclude Della Bianca -. In questo momento non serve alcun tipo di accordo. La priorità per salvare Amt è mettere l’azienda in sicurezza con nuove fonti di finanziamento. L’assessore Vesco oggi in consiglio regionale ha parlato di mancanza di trasferimenti dallo Stato e di mille altre cose, ma alla fine non ha risposto alla mia domanda precisa con la quale intendevo sapere quale fosse allo stato attuale la situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda. Spero che l’assessore risponda a breve, prima che per Amt non ci siano più speranze”.