Sei in: Home > Firenze Oggi Notizie > Ergastolano ucciso in carcere dal compagno di cella

Ergastolano ucciso in carcere dal compagno di cella

Il sovraffollamento delle carceri provoca gravi instabilità all’interno delle mura degli istituti di detenzione. Non soltanto carenze igienico-sanitarie, scarità di generi alimentari, ma anche difficoltà per gli agenti di gestire i detenuti. E’ così che un litigio tra due detenuti sfocia in una tragedia.

E’ accaduto tra le mura del carcere di San Gimignano, dove un uomo è stato ucciso dal compagno di cella. Un detenuto, nel corso di un litigio con un compagno di cella, ha afferrato uno sgabello di legno e lo ha colpito violentemente. La vittima era un ergastolano accusato di omicidio. Entrambi sono di origini rumene.

Sindacato di Polizia Penitenziaria: “Carceri ingovernabili”

Secondo il Sindacato di Polizia Penitenziaria, che da anni denuncia la gravità della situazione delle carceri italiane, si è trattato di una tragedia annunciata.

“Le carceri sono sempre più ingovernabili”, hanno denunciato dal SAPPE. “Mai avremmo potuto immaginare di tornare indietro negli anni e che addirittura si arrivasse a un omicidio”, ha commentato l’OSAPP.

 

Potrebbe interessarti anche...

Fuga di gas, evacuata una casa

Tubo rotto in cantina provoca la fuoriuscita Bellosguardo – Nel primo pomeriggio una fuga di …