Sei in: Home > Firenze Oggi Notizie > Firenze > Bomba di capodanno, 6 anarchici arrestati

Bomba di capodanno, 6 anarchici arrestati

Firenze – Una bomba scoppiò il 1 gennaio di quest’anno davanti ad una libreria il cui proprietario è simpatizzante di CasaPound.

Sette mesi di indagini e intercettazioni, il gip convalida un solo fermo

Dopo sette mesi di indagini ed intercettazioni sono scattate le manette per sei anarchici. Sarebbero loro, i presunti autori della bomba di Capodanno a Firenze, l’esplosivo che il 1 gennaio di quest’anno ferì gravemente Mario Vece, artificiere di 39 anni che con coraggio si era avvicinato all’ordigno per disinnescarlo. Il fermo è stato convalidato per Salvatore Vespertino, 31 anni, nato a Nuoro, residente a Rimini ma attivo a Firenze. E’ ritenuto, secondo l’accusa, colui che preparò l’ordigno e il suo dna venne estrapolato dalla scientifica della polizia da una traccia biologica rilevata su un frammento di scotch sul luogo dell’esplosione. Per lui il gip di Firenze Fabio Frangini ha disposto la custodia in carcere.

Non sono stati invece convalidati i fermi di Nicola Almerigogna, 34 anni e Giovanni Ghezzi, 31, per l’accusa coinvolti nell’episodio dell’ordigno di Capodanno, e quelli di Micol Marino, 30 anni, Marina Porcu, 34 e Sandro Carovac, 33 anni, che gli investigatori accusavano dell’assalto con lancio di molotov alla caserma dei carabinieri di Rovezzano. L’operazione di giovedì scorso, aveva portato anche al fermo di altre due persone, una nel Salento e l’altra a Roma. Il gip di Lecce ha convalidato il fermo di Pierloreto Fallanca, 30 anni, originario della provincia di Teramo. L’indagato è accusato di concorso in tentato omicidio nonché di fabbricazione detenzione e porto abusivo di materiale esplodente. Gli indagati, comparsi davanti al gip, si sono tutti avvalsi della facoltà di non rispondere.

 

Potrebbe interessarti anche...

Firenze, indagati i due carabinieri accusati di stupro

I due militari sono stati identificati. Sono indagati per violenza sessuale i due carabinieri denunciati …