Sei in: Home > Rubriche > Salute > Studio sul tasso di mortalità dal 1990 ad oggi

Studio sul tasso di mortalità dal 1990 ad oggi

L’Institute for Health Metrics and Evaluation, ha condotto una ricerca che andasse a valutare il tasso di mortalità a partire dagli anno 90’ al 2015, i cui dati sono stati pubblicati dal Global Burden of Diseases, Injuries, and Risk Factors Study (Gbd). La ricerca, ci mostra che le morti causate dall'Hiv/Aids si sono ridotte de 42%, grazie al miglioramento delle condizioni igieniche- sanitarie e all’esistenza dei vaccini. Allo stesso tempo, il progresso economico- sociale, soprattutto nei paesi più sviluppati ha condotto all’utilizzo di maggiori quantità di sostanze stupefacenti e cattiva alimentazione. A tal proposito è stata registrata una crescita del 25% delle morti causate da obesità e da iperglicemia. Inoltre, i dati delle ricerca rivelano, un abbasso delle mortalità del 52% dei bambini al di sotto del 5 anni dal 1990, mentre, le morti neo-natali sono diminuite del 42%. Il direttore della ricerca, Christopher Murray, ci tiene a sottolineare : “Alcuni Paesi hanno migliorato la loro situazione di gran lunga più velocemente di quanto possa essere spiegato da reddito, istruzione, o fecondità. E continuiamo a vedere paesi, Stati Uniti inclusi, che sono molto meno sani di quello che dovrebbero in base alle loro risorse”.

Potrebbe interessarti anche...

Attesa eccessiva per visite mediche urgenti – L' #Asl rimborsa quanto e come?

Nonostante la legge stabilisca che i tempi di attesa per le visite specialistiche nelle strutture …