Sei in: Home > Rubriche > Salute > Studio sul tasso di mortalità dal 1990 ad oggi

Studio sul tasso di mortalità dal 1990 ad oggi

L’Institute for Health Metrics and Evaluation, ha condotto una ricerca che andasse a valutare il tasso di mortalità a partire dagli anno 90’ al 2015, i cui dati sono stati pubblicati dal Global Burden of Diseases, Injuries, and Risk Factors Study (Gbd). La ricerca, ci mostra che le morti causate dall'Hiv/Aids si sono ridotte de 42%, grazie al miglioramento delle condizioni igieniche- sanitarie e all’esistenza dei vaccini. Allo stesso tempo, il progresso economico- sociale, soprattutto nei paesi più sviluppati ha condotto all’utilizzo di maggiori quantità di sostanze stupefacenti e cattiva alimentazione. A tal proposito è stata registrata una crescita del 25% delle morti causate da obesità e da iperglicemia. Inoltre, i dati delle ricerca rivelano, un abbasso delle mortalità del 52% dei bambini al di sotto del 5 anni dal 1990, mentre, le morti neo-natali sono diminuite del 42%. Il direttore della ricerca, Christopher Murray, ci tiene a sottolineare : “Alcuni Paesi hanno migliorato la loro situazione di gran lunga più velocemente di quanto possa essere spiegato da reddito, istruzione, o fecondità. E continuiamo a vedere paesi, Stati Uniti inclusi, che sono molto meno sani di quello che dovrebbero in base alle loro risorse”.

Potrebbe interessarti anche...

Arriva l’inverno, attenti ai batteri, l’influenza sta per tornare #attentialvirus

Come da rituale, anche quest’anno l’inverno porta con se i traumi influenzali, costringendo milioni di …