Martedì 25 aprile - Ultimo aggiornamento 17:29
Sei in: Home > Editoriali > Editore
EDITORE
data articolo11 marzo 2016

L'Isis è tra noi: una lista di 122 aspiranti terroristi tra cui due italiani

L'Isis è tra noi: una lista di 122 aspiranti terroristi tra cui due italiani

Documenti segreti trapelati da un ex jihadista rivelano l'organizzazione dell'Isis e nomi di altri presunti kamikaze

L'Isis è tra noi: una lista di 122 aspiranti terroristi tra cui due italiani

Una lista "nera" di 122 aspiranti suicidi dell'Isis, trapelata insieme ad altri documenti dello Stato Islamico fornita da un disertore e pubblicata dal sito dell'opposizione siriana Zaman al-Wasl, tra cui anche due jihadisti italiani. Al numero 47 troviamo Rawaha al Itali, cioè 'l'italiano', con due carte di identità una italiana e una marocchina, mentre al numero 7 Abu Ishaq al Tunisi, che ha visitato per quattro anni vari paesi europei tra cui l'Italia. L'Anticrimine tedesco ritiene che la lista dei nomi e dati personali di jihadisti dell'Isis sia autentica e vera, così rivela il ministro degli Interni tedesco Thomas de Maiziere. I documenti consegnati a Sky News mostrano come l'Isis pianifichi tutti i suoi attacchi, come un'organizzazione criminale. Nelle carte, secondo quanto trapelato, ci sarebbe anche l'elenco di 122 kamikaze, di cui alcuni sarebbe conosciuti anche in Italia dove avrebbero vissuto. Inoltre, sono circa 1.700 le schede di altrettanti presunti membri dell'Isis contenute nei file trafugati da un sedicente disertore dell'organizzazione jihadista e pubblicate da media occidentali e arabi. Come riferisce il sito siriano delle opposizioni, Zaman al Wasl, delle 22mila schede totali moltissime sono dei duplicati o contengono informazioni incomplete. Quelle invece utili per rintracciare le generalità dei membri dell'Isis sono 1.736. A questo punto c'è da chiedersi: dobbiamo davvero avere paura? Quanto siamo al sicuro qui in Italia?

commenta

CERCA NEL QUOTIDIANO
  
Notariato
www.ogginotizie.it