Sei in: Home > Rubriche > Il tecnico > Far valere i difetti di costruzione sul costruttore e l'appaltatore

Far valere i difetti di costruzione sul costruttore e l'appaltatore

La denuncia di gravi difetti di costruzione, oltre che dal committente e suoi aventi causa, può essere fatta anche dagli acquirenti dell’immobile in base al principio che le disposizioni di cui all’art. 1669 c.c., le quali mirano a disciplinare le conseguenze dannose di quei difetti che incidono profondamente sugli elementi essenziali dell’opera e che influiscono sulla durata e solidità della stessa, compromettendone la conservazione e configurano, quindi, una responsabilità extracontrattuale, sancita per ragioni e finalità di interesse generale, con la conseguenza che la relativa azione, nonostante la collocazione della norma tra quelle in materia di appalto, è data non solo al committente e suoi aventi causa nei confronti dell’appaltatore, ma anche all’acquirente nei confronti del costruttore venditore.

Potrebbe interessarti anche...

Interventi di consolidamento tra vecchia e nuova costruzione

La normativa sul condono edilizio implica la permanenza su gli immobili da regolarizzare e non …