Mercoledì 29 marzo - Ultimo aggiornamento 14:36

Novità sul recupero del relitto

Novità sul recupero del relitto
Novità sul recupero del relitto
Isola del Giglio - Ci sarebbero grosse novità nella complicata procedura di rimozione del relitto della Costa Concordia, che da venerdi 13 gennaio 2012 giace sui fondali antistanti l'Isola del Giglio.
A margine dell'avvio dei lavori per la realizzazione del nono cassone di sollevamento, in atto allo stabilimento Fincantieri di Ancona, sono state avviate anche le operazioni per la posa della base sommersa che sarà il fulcro per il sollevamento dello scafo.
Secondo il progetto, quando la nave sarà in posizione verticale, prima che possa nuovamente galleggiare, sarà appoggiata su questo basamento che pesa oltre mille tonnellate e misura 40x22 metri. I tecnici dicono che sarà in grado si sostenere le pesantissime sollecitazioni alle quali verrà inevitabilmente sottoposto, mentre verrà ancorato al fondale grazie ai grandi pilastri piantati nella roccia.
Il traguardo rimane ancora molto lontano, ma la posa della piattaforma sottomarina costituirà, a detta dei responsabili, uno dei maggiori traguardi intermedi del lungo e difficile lavoro di rimozione.


commenta

CERCA NEL QUOTIDIANO
  
Notariato
www.ogginotizie.it