Sei in: Home > Inchieste > Costa Concordia: dubbi e certezze > Costa Concordia – Relitto smantellato a Piombino: scontro Pd-Governo

Costa Concordia – Relitto smantellato a Piombino: scontro Pd-Governo

Roma – La Concordia farà rotta a Piombino per lo smantellamento. Una scelta del governo che ha già sollevato polemiche. Per poter portare il relitto del naufragio avvenuto al Giglio nel gennaio del 2012, “occorrono ingenti lavori di adeguamento del porto” ha tuonato il Pd, che ha già invocato l'intervento del Quirinale. Su proposta del ministro dell'Ambiente Corrado Clini, infatti, il Consiglio dei ministri ha autorizzato il Dipartimento della Protezione civile – in stretto raccordo con il Ministero dell'ambiente e il Ministero dei trasporti – ad adottare i provvedimenti necessari a consentire il trasporto della Concordia presso il porto di Piombino per lo smantellamento, utilizzando le risorse già stanziate ed effettivamente disponibili. Una scelta che “non rientra nell'ordinaria amministrazione, ma si tratta di una scelta politica ben precisa. Il Quirinale valuti se il governo dimissionario è nella posizione di poterla prendere” hanno dichiarato i parlamentari del Pd Michele Anzaldi, Federico Gelli ed Andrea Marcucci.

Potrebbe interessarti anche...

Concordia – Duello fra Toscana e Lazio

Isola del Giglio – Il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, torna sull'affare Concordia, dichiarando: “Il relitto …