Sei in: Home > Palermo Oggi Notizie > Messina > Cronaca > Messina – Rinvio a giudizio per Salvatore Formisano

Messina – Rinvio a giudizio per Salvatore Formisano

Messina – Proseguendo nell'inchiesta che vede al centro della vicenda una celebre agenzia investigativa, il cui avvio è stato determinato dalle indagini del pm Antonio Savasta, oggi trasferito perché avrebbe avuto il coraggio di portare alla luce le collusioni fra criminalità, massoneria, università di Messina e rappresentanti delle istituzioni giudiziarie, “Edizioni Oggi” pubblica un documento pervenuto in redazione che attesta il rinvio a giudizio di Salvatore Formisano.
Con procedimento n.5947/2010 R.G. notizie di reato/Mod.21 la Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Messina ha emesso, il 20 novembre 2012, la citazione diretta a giudizio davanti al Tribunale in composizione monocratica.
Pubblico Ministero Fabrizio Monaco, concluse le indagini preliminari nei confronti di:
Salvatore Formisano, difeso di fiducia dall'avvocato Pietro Luccisano del foro di Messina, imputato dei seguenti reati ipotizzati: p. e p. dagli artt. 61 n. 1 e 646 C.p., per essersi appropriato, al fine di trame un ingiusto profitto di natura patrimoniale, di beni sociali dei quali aveva il possesso,
n.q. di Presidente del consiglio d'amministrazione nonché Amministratore unico della società  “Il Detective s.r.l.”. in particolare il signor Formicone, spendendo la propria qualifica – in realtà già cessata, giusta delibera del 29 giugno 2010 – provvedeva a stipulare con la ditta Parnasso, in data 7 luglio 2010, il contratto di vendita dell'autovettura tg. CZ294XL, in proprietà della società “il Detective per un valore, pari a 15.000 euro, per altro inferiore a quello reale; nella stessa data, lo stesso indagato, parimenti spendendo illegittimamente la presunta carica sociale, operava, presso la Banca Agricola Popolare di Ragusa, due prelievi, dell'importo rispettivamente di euro 5.240 e euro 4.950; infine, si appropriava di altra autovettura sociale, tg. CZ807XR, risultante al P .R.A. intestata alla società “Il Detective s.r.l.” e di fatto non nella materiale disponibilità della stessa. Con l'aggravante di aver commesso il fatto con abuso di prestazione d'opera. In Messina, su querela del 15 luglio 2010.
Acquisite le seguenti fonti di proiva, querela e denuncia
allegati di cui al fascicolo e identifica le persone offese in: Emanuele Corrado Galizia, in qualità di amministratore unico della società “Il Detective s.r.l.”.
Il Tribunale di Messina Visto l'art. 555 c.p.p. dispone la citazione del suddetto.
Con avvertimento all'imputato che non comparendo senza un legittimo impedimento, sarà giudicato in contumacia;
Il Tribunale inoltre invita il suddetto, qualora non vi abbia già provveduto, a dichiarare o eleggere il domicilio per le notificazioni relative al presente procedimento con dichiarazione resa nella Segreteria di questo Ufficio, o del Tribunale, o della Sezione distaccata del Tribunale del luogo ove gli interessati si trovino o con telegramma, o lettera raccomandata con sottoscrizione autenticata da notaio, o da persona autorizzata dal difensore. Con avvertenzache in caso di mancata comunicazione di ogni mutamento del domicilio eletto o dichiarato, di mancanza, di insufficienza o di inidoneità della dichiarazione o della elezione, tutte le notificazioni saranno eseguite, per l'imputata, nel luogo in cui il decreto viene notificato (art. 161, comma 2 c.p.p.) e, per le altre parti private, mediante deposito nella Segreteria (art. 154 comma 4 c.p.p.) .
Il tribunale inoiltre avvisa l'imputato che potrà richiedere, prima della dichiarazione di apertura del dibattimento di primo grado
a) Giudizio Abbreviato
b) Applicazione della pena a norma dell' art. 444 C.p.p., per la quale si esprime sin d'ora il consenso nella misura da concordare preventivamente con l'ufficio
c) Presentare domanda di oblazione, qualora ne ricorrono i presupposti ai sensi
degli artt.162 e 162 bis c.p. Che l'imputato ha facoltà di nominare difensore di fiducia e che in mancanza sarà assistito dal difensore di Ufficio Avv. e che il fascicolo relativo alle indagini preliminari è depositato presso questo Pubblico Ministero e che la parte  ed il difensore hanno facoltà di prendeme visione ed estrarne copia. E che, deve comparIre all'udienza fissata per il giudizio nel presente decreto di citazione“.

Potrebbe interessarti anche...

Giovane disabile muore in alloggio popolare fatiscente

Messina -Un ragazzo di 16 anni tetraplegico e con un solo polmone è morto in …